La notte del Cinema: Premi Oscar 2019

Al Dolby Theatre di Los Angeles è andata in scena la notte più importante del Cinema.

I vincitori degli Oscar 2019

” Green Book “, la storia dell’amicizia improbabile tra un buttafuori bigotto e un virtuoso musicista nero, ha vinto il premio come miglior film dell’anno al 91 ° Academy Awards. La versione Universal Pictures ha sconfitto una serie di formidabili sfidanti per conquistare il massimo onore, tra cui ” Roma ” di Netflix , un dramma in bianco e nero adorato dalla critica.

Non che ” Roma ” sia andato a casa a mani vuote. Ha ottenuto il premio per il miglior film straniero e miglior fotografia. Infatti, il personaggio della serata è stato proprio Alfonso Cuarón, vincitore come miglior regista.

E’ la quinta volta in sei anni che l’Oscar per la regia è stato dato a un regista messicano.

Il favorito come miglior attore era invece Rami Malek, che infatti ha vinto il suo primo Oscar. Riconoscimento davvero meritato, grazie alla sua superba “reincarnazione” di Freddie Mercury nel biopic musicale Bohemian Rhapsody, anche se avevamo già avuto un assaggio del suo talento nella serie Netflix “Mr Robot“.

Nel suo discorso, Malek ha fatto notare che è figlio di immigrati egiziani, in un’esperienza che per certi versi rispecchia quella dell’icona rock che ha interpretato.

“Abbiamo girato un film su un omosessuale, un immigrato, che ha vissuto la sua vita in modo assolutamente improbabile”, ha detto. “Il fatto che io stia festeggiando lui e questa storia con voi stasera è la prova che desideriamo storie come questa”

La miglior attrice più quotata era Glenn Close, candidata per The Wife, e invece ha vinto un po’ inaspettatamente Olivia Colman per La favorita di Yorgos Lanthimos. Colman è stata clemente nella vittoria. “Glenn Close, sei stato il mio idolo per così tanto tempo e non è così che volevo che fosse“, ha detto.

Netflix ha anche conseguito il premio per il miglior cortometraggio documentario per “Period. End of sentence” di Rayka Zehtabchi e Melissa Berton, e miglior documentario a Elizabeth Chai Vesarhelyi e Jimmy Chin per “Free Solo“.

L’Oscar per la miglior attrice non protagonista è andato a Regina King, che ha recitato in Se la strada potesse parlare. Nel corso della serata sono stati premiati anche Lady Gaga (per la miglior canzone) e Spike Lee (per la sceneggiatura non originale di BlacKkKlansman): per entrambi si tratta del primo Oscar in carriera.

Il film della Marvel Black Panther ha invece vinto i premi per costumi, scenografia e colonna sonora originale: sono stati i primi Oscar mai vinti da un film dei Marvel Studios.

Oscar 2019, ecco l’elenco completo di tutti i premi della 91esima edizione:

Miglior film ‘Green Book’ di Peter Farrely

Miglior regia ad Alfonso Cuarón per Roma

Miglior attore protagonista a Rami Malek in ‘Bohemian Rhapsody’

Miglior attrice protagonista a Olivia Colman in ‘La Favorita’

Miglior attrice non protagonista Regina King in ‘Se la strada potesse parlare’

Miglior attore non protagonista a Mahershala Ali in ‘Green Book’

Miglior film straniero ‘Roma’ di Alfonso Cuarón

Miglior sceneggiatura non originale a Spike Lee, Charlie Wachtel, David Rabinowitz, Kevin Willmott per ‘BlaKkKlansman’

Miglior sceneggiatura originale a Nick Vallelonga, Brian Currie e Peter Farrelly per il film ‘Green Book’

Miglior cortometraggio d’animazione a ‘Bao’ di Domee Shi e Becky Neiman-Cobb

Miglior cortometraggio a ‘Skin’ di Guy Nattiv e Jaime Ray Newman

Miglior cortometraggio documentario a ‘Period. End of sentence’ di Rayka Zehtabchi e Melissa Berton Miglior documentario a Elizabeth Chai Vesarhelyi e Jimmy Chin per ‘Free Solo’

Miglior trucco e acconciatura a Greg Cannon, Kate Biscoe e Paricia Dahaney-Le May per il film ‘Vice – L’uomo nell’ombra’

Miglior costume: a Ruth E. Carter per il film ‘Black Panther’ Miglior montaggio sonoro: a John Warhurst e Nina Hartstone per il film ‘Bohemian Rhapsody’

Miglior sonoro a Paul Massey, Tim Cavagin e John Casali per il film ‘Bohemian Rhapsody’

Migliori effetti speciali a ‘First Il Primo Uomo’ Miglior colonna sonora a Ludwing Goransson per il film ‘Black Panther’

Miglior canzone a ‘Shallow’ di Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt per il film ‘A Star Is Born’

Miglior montaggio a John Ottman per il film ‘Bohemian Rhapsody’ Miglior scenografia a Hannah Beachler e Bay Hard per il film ‘Black Panther’

Miglior fotografia ad Alfonso Cuarón per ‘Roma’

Miglior film d’animazione a ‘Spiderman: un nuovo universo’

Oblivion Production ama il Cinema

Ci occupiamo di produzione cinematografica: film, cortometraggi, fiction e documentari. Attualmente stiamo lavorando al film “999, i campioni mancati del calcio“, vincitore del Bando Cinema 2018 dell’Emilia Romagna Film Commission. Partecipa anche tu, lavora con noi.

Per la tua prossima produzione video sul web scrivici o chiamaci allo 051-0402349.

La notte del Cinema: Premi Oscar 2019
 

OBLIVION PRODUCTION S.R.L.

 

SEDE LEGALE E OPERATIVA

Via Parini n. 1
40033 Casalecchio di Reno (BO) – Italy
CF e PI 03510200367

 TELEFONO

051/040 2349 

E-MAIL

info@oblivionproduction.com
pressoffice@oblivionproduction.com
admin@oblivionproduction.com

 

CHIEDI INFORMAZIONI PER UN VIDEO



Acconsento al trattamento dei miei dati ai sensi del D.Lgs.n.196/2003